mercoledì 5 novembre 2008

Work


ODDIO! non sara' mica vero...un post che parla di lavoro?! No, pero' vi sarete ben chiesti come mai non posto niente sul viaggio in Giappone, visto che ormai il jet-lag e' passato!

Se vi dico che mi sono data all'unicinetto, mi credete?
Il mio cestino dei lavori resuscita dal polverone dietro la tenda del salotto solo in due occasioni: uno, preparare gli omiyage; due, tonsilliti e malattie della MSGP. Fate due conti: visto che gli omiyage per un po' non mi servono...l'avete capito: la MSGP ha avuto il classico febbrone che si cura solo con la mamma-incubatrice.
Leggi tutto

dicesi mamma-incubatrice quell'essere stupendo in grado di coccolarti avvolgendoti nel suo stesso maglione...succhi di frutta, spicchi di mandarino, pezzetti di pane e marmellata, acqua nel bicchiere con la cannuccia, te' caldo, te' freddo, te' d'orzo alla giapponese...tutto si accumula sul tavolino del salotto, ma l'unica cosa che la MSGP vuole e' la mamma-incubatrice, ed il DVD di Kiki's delivery services. Ebbene si, Totoro e' stato abbandonato a favore della streghetta sulla scopa con gatto nero al seguito.
e la mamma-incubatrice ha prodotto un paio di amigumuri (in foto...notare le dimensioni della moneta da 1 euro): un improbabile interpretazione di Garfield (la MSGP l'ha dichiarato kawaii) e un folpetto che fa tanto Giappone e che e' stato immediatamente adottato dal MGP (si si, avete letto bene: non la MSGP, che l'octopus non l'ha ancora visto).

Ma non e' tutto...Prof B. was in town! ebbene si, uno dei cervelli piu' piu' belli che abbia mai incontrato nella mia carriera da scienziatina-in-erba (e semi-fallita, diciamola tutta!), quello che 8 anni fa ha puntato il dito verso l'Olanda, forse pensando che sarei tornata indietro, era qui. Dieci minuti di ghirigori su un foglio bianco (quel genere di ghirigori che tendo a trattare come preziose risposte dell'oracolo ad ogni mia domanda scientifica), ed i miei quattro neuroni erano gia' in overload. Sono sopravvissuta...fino a quando ha detto le paroline magiche "prepari il campione e poi lo si analizza". adesso avrei anche la risposta giusta, me l'ha insegnata il Cestode..."salta macaco".
"schicia il boton e salta macaco" e` un classico degli informatici veneti... Indica quando l'utente pensa che fare un programma sia una cosa semplice semplice
insomma, la macaca dovra' rimettersi a saltare intorno al fermentatore, uncinetto e MSGP permettendo ;-)


OH MY GOD! Is it true? I’m gonna post something about work?! No, not really…but I know you are all waiting to hear about our trip to Japan, since the jet-lag MUST be well over by now.

Do you believe me if I tell you that I started crocheting again?
My crafts baskets raises from the dust behind the living room courtains only in two occasions: one, tha preparation of omiyage; two, MFSJ is sick. Now, think about it: omiyage-time is over, so it must be that MFSJ was sick, right? Right. She had that classical type of fever that only incubator-mum can cure.
Read more

Incubator-mum is that amazing being able to cuddle you and comfort you by wrapping you up in her own sweater…fruit juices, mandarin segments, pieces of bread with jam, water in a glass with sipping straw, warm tea, cold tea, barley tea japanese-style…all piles up on the coffee table in the living room, and the only thing that MFSJ wants is incubator-mum and the DVD of Kiki’s delivery services. Oh yes…Totoro has been forgotten, in favour of the little witch, and her black cat, on the flying broom.
So, while on duty, the incubator-mum made two amigumuri (see the picture, and the size of the 1 euro coin on the left!): my own interpretation of Garfield the cat, which MFSJ declared kawaii, and a japanese-style octopus that was IMMEDIATELY adopted by MFJ (yes, not MFSJ...she didn't even see it!).
But that’s not all! Prof B. was in town. Well yes…one of the most beautiful brains I ever encountered in my short career as wannabe-(and failed, let’s face it)-scientist, the one that 8 years ago pointed his finger towards Holland, thinking that I was most likely to go back…HE was here. Ten minutes of hieroglifics (the type that I tend to rever as oracle’s precious answers to all my scientific questions) and my four neurons were already in overolad. I survived…until he said the usual magic little words “just prepare the sample and we analyse it”. I would have now the perfect answer for him : “salta macaco” (jumps the macaque). I learnt it from the Cestode: schicia il boton e salta macaco" e` un classico degli informatici veneti... Indica quando l'utente pensa che fare un programma sia una cosa semplice semplice, so, apparently, programmers from the italian region Veneto use this amusing expression to indicate when they are dealing with a client who thinks that compiling a program is as easy as just pushing a botton (push the botton and jumps the macaque).
Bottom line is…the macaque here will have to jump aroud the fermentor once more…crochet-missions and MFSJ allowing ;-)

-

4 commenti:

myyearonline ha detto...

good luck and wish my swirly buddy a speedy recovery! did she pick up kawaii in japan or was she saying it already before?

manu ha detto...

don't worry: your swirl buddy is well recovered!
I think she already knew the word "kawaii", but in Japan she started to use it more. In particular, Kawaii became the name of a super-small teddy bear which we found in the house...so tiny it fits in MFSJ's closed hand...now we can't find anymore, but at least she has the new Kawaii now!

Neli ha detto...

sono bellissimi i vostri nuovi cuccioli!
E la battuta del "salta macaco" mi ha fatto scompisciare dalle risate!!!
Spero Prof B. non ti abbia proprio dato un altro anno di lavoro!
Baci

manu ha detto...

si...i cuccioletti sono molto carini...il polpetto sta nello zaino del MGP, il micio kawaii gira per casa...in questo momento e' sul davanzale della finestra.
Prof B per ora mi ha dato solo una botta di energia, much needed!!!