lunedì 6 ottobre 2008

Mani d'Oro


Nuovo appuntamento con gli acronimi! Dopo avervi descritto Faccio Da Me (FDM) potete immaginarvi chi e’ MDO (Mani d’oro)...
Leggi tutto

Aveva meno di sei anni e cuciva vestitini per minuscole bamboline che si comprava con la mancia domenicale. Il regalo di nozze ricevuto dalla sua mamma e’ stata una macchina da cucire Pfaff il cui unico grandissimo difetto e’ il non essere abbastanza veloce (piu’ veloci di cosi’ esistono solo le machcine da cucire da fabbrica...).Suoi sono gli abiti da sposa di 3 donne del Clan Martini...pignola fino all’inverosimile, e’ capace di impegnarsi a cucire un abitino per poi provartelo e dirti “no, non ti sta bene” e buttarlo. Credevo di aver ereditato pignoleria e cervello da FDM...ma dopo attenta analisi mi sono resa conto che certe capacita’ potrebbero essere di derivazione mitocondriale. Una sola cosa mi tormenta: com’e’ che solo quando ho lei per casa tutto sembra filare liscio? La casa e’ piu’ pulita, i panni non si accumulano nel cesto, le pappe sono sempre pronte, il frigo sempre ben fornito...la casa e’ piu’ luminosa, piu’ allegra, piu’ serena...
Ho un angolino speciale per lei qui: il suo “parco giochi” personale...una macchina da cucire. Il povero macinino viene raramente usato, ma si vede che e’ contento quando MDO e’ in giro...invece di starsene rinchiuso dietro l’anta del mobile, fa bella mostra di se davanti alla finestra, mentre fili, filetti, ritagli di stoffa e spillini finiscono per decorare il pavimento di casa.
Vorrei tanto saper fare tutto quello che fa lei...ma nel mio caso l’eredita’ mitocondriale si e’ un po’ diluita...
Signore e signori: MDO, la mia mamma...
Il nomignolo viene da una di quelle storie che ti perseguitano da quando sei bambina...avro’ avuto 6 anni, e c’era in programma una gita parrocchiale. Per questa speciale occasione, MDO mi ha cucito uno zainetto di tela arancione. Ne ero cosi’ fiera che quando la maestra mi ha chiesto se me l’aveva fatto la mamma le ho risposto “certo, la mia mamma ha le mani d’oro”...ed e’ proprio vero. Non ho mai visto mani piu’ belle...


New appointment with acronyms! After describing you Do-It-Myself (DIM) you can easily imagine who GH (GoldiHands) is…
Read more

She was less than six years old when she started sewing small dresses for tiny dolls she would buy with her pocket money. As a wedding present from her mum, she received a sewing machine (Pfaff) which had only one defect: not fast enough (mind you…faster than that you can get only the machines used in factories…huge and can’t do much more than a straight stitch). Her creations dressed three brides of the Martini Clan...picky to the impossible, she was able to spend hours on a dress, try it on you and declare “no good” before throwing it away. I thought I had inherited pickiness and brains from DIM, but after careful analysis I came to think that some abilities might be linked to mithocondrial inheritance patterns. One thing only still amuses me: how come only when GH is around everything seems to run so smoothly? House is clean, mount washmore doesn’t exist, food is always ready, fridge always welcoming…the flat seems full of light, airy…happy?
I have a special corner in our flat, dedicated to GH: her very own playpen! It’s a sewing machine. Rarely used, apart from some very easy or practical experiments of mine…the little macinino is clearly happy when GH is around…not confined to the cupboard anymore, but proudly in front of the window, while yarns, threads, pins and fluff decorate the floor.
I wish I could do a tenth of what she is able to do…but I think my share of mithocondrial inheritance got a bit diluted…
Ladies and gentlemen, MRs GH: my mum.
The nickname comes straight out of my childhood. I was 6 years old and I was going to join the parish hiking group that coming Sunday. For the occasion GH made me an orange backpack. I was SO proud of it that when I was asked if my mum had made it, I chirped happily “Yes, of course, my mum has hands of gold”...and it’s true...mum’s hands...the most beautiful in the world.

-

3 commenti:

Neli ha detto...

Mi sono quasi commossa...

cristina ha detto...

Io invece mi sono commossa del tutto. Sarà che conosco il tipo, sarà che conosco bene la sorella.
Brava Manu: una descrizione commovente e vera. Se le cuciture fossero strade, si potrebbe girarci il mondo in lungo e in largo. Baci

manu ha detto...

In effetti, non so come mai, ma questo post mi e' riuscito un po' "da magone"...
Cri, penso proprio che MDO andrebbe ovunque a cavallo della sua Pfaff!